Champagne Pascal Mazet

La Casa Pascal Mazet si trova nel cuore della montagna Reims nel villaggio di Chigny-les-Roses dal 1981.
La tenuta ha iniziato la sua conversione all'agricoltura biologica nel 2009, permettendo ai 2 ettari di Premier Cru delle viti famigliari di poter essere etichettati come “Bio”.
Non contenta della qualità dei suoi terreni, questa casa di récoltants-manipulants (raccoglitori-gestori) si distingue anche per la cura fornita dall' ”allevamento” dei suoi vini che combinano la vinificazione in botti di rovere e un invecchiamento minimo di 5 anni per ogni cuvée.

La storia dello Champagne Pascal Mazet inizia come per molte altre case di champagne con un matrimonio. Nel 1978, Catherine, figlia di un viticoltore, sposò Pascal Mazet, figlio di un contadino. Insieme diventeranno gestori di un vigneto di 2 ettari nel 1981 e il figlio di un agricoltore diventerà un viticoltore.

È nella tranquillità del piccolo villaggio di Chigny-les-Roses, situato nel cuore del Monte Reims e dell'attuale Parco Naturale Regionale, che svilupperanno insieme questa piccola azienda seguendo le loro ispirazioni.

Nel 2018, sono finalmente raggiunti dal loro figlio, Olivier, il più giovane di tre fratelli. Oggi, è colui che gradualmente continua il lavoro dei suoi genitori e accetta la sfida quotidiana di fare uno champagne au naturel.

La scelta dello Champagne biologico


Ogni giorno a contatto con le viti, Caterina e Pascal diventano gradualmente consapevoli delle esigenze delle viti, a volte lontani dagli standard di produzione che regnano nei maestri dello Champagne. È finalmente nel 2009 che hanno deciso di fare il grande passo e avviare la loro azienda familiare nella grande avventura della viticoltura biologica.

Rafforzato dalla formazione in tecniche di viticoltura biologica, lo champagne Pascal Mazet completa finalmente la conversione di tutte le sue viti Premier e Grand Cru dopo 3 anni di un naturale processo di "pulizia" dei suoli.

Lavoro nel deposito e nella vinificazione: lo zampino di Pascal Mazet


Maturi su un terroir calcareo-argilloso, gli champagne di Pascal Mazet hanno un autentico carattere naturale, che hanno curato e valorizzato durante tutto il lavoro in cantina.

Tutti gli champagne Pascal Mazet sono affinati in botti di rovere invecchiate, valorizzando così il vino senza mascherarne gli aromi come potrebbero fare le botti giovani, ancora troppo legnose. Per quanto riguarda l'invecchiamento, lo champagne Pascal Mazet si distingue anche per il suo invecchiamento minimo di 5 anni in cantina.