Champagne Louis Casters - Supérieur Brut

Champagne Louis Casters - Supérieur Brut

Descrizione
Degustazione
Opinione

La cuvée Supérieur Brut ha la particolarità di essere elaborata a partire da un solo vitigno: qui il Pinot Meunier. Questo conferisce morbidezza, fruttuosità e rotondità allo champagne.

La sua grande freschezza lo rende un vino ideale per l’aperitivo ma anche durante il pasto grazie alla sua ricchezza fruttata e minerale.

Frutto del territorio della Valle della Marna, la cuvée Supérieru Brut è assemblata a partire da due anni di vendemmie ed è maturata sur lies tra 3 e 4 anni.

Ha la particolarità, così come gli altri vini della Casa Louis Casters, si non subire il processo di fermentazione malolattica. Come tutte le fermentazioni, la fermentazione malolattica permette di far evolvere gli aromi del vino. Se la maggior parte delle case di champagne la realizzano per ottenere degli aromi più morbidi, maturi e leggermente lattici, la Casa Louis Casters sceglie di non realizzarla per conservare la freschezza e gli aromi floreali e fruttati dell’uva.

Uno champagne fruttato e minerale ideale per accompagnare sia gli aperitivi che un bel piatto di frutti di mare.

Occhi: Lo Champagne presenta un abito chiaro oro giallo paglierino, con riflessi giallo verde brillanti che conferiscono la profondità nel flûte. Con un aspetto abbastanza fluido, è animato da bollicine fini e leggere che alimentano un cordone delicato.

Naso: Il primo naso evoca i sentori di pesca bianca, di pera candita, di burro fresco, di tiglio, di brioche.

Bocca: L’attacco in bocca è morbido e fresco con un’effervescenza cremosa. Il vino si sviluppa nel palato con una densità di frutti bianchi e gialli, freschi e croccanti.

*Contiene solfiti

Laurent B, le 17/02/2020

beaucoup de finesse pour ce champagne

Dai la tua opinione

Quantità:

22,00 €

Spedizione gratuita per più di 12 bottiglieprovenienti dallo stesso viticoltore.
Saperne di più....

 

A proposito dello champagne Louis Caster

La Casa Louis Casters è installata nel villaggio di Damery sin dalla sua fondazione realizzata da Eugène Cadel nel 1857. Oggi sono i loro discendenti diretti, rappresentanti della quinta generazione, che continuano con passione lo sviluppo della Casa, prestando sempre attenzione ad alleare rispetto della tradizione e tecnologie moderne. La Casa ha la particolarità di non sottoporre nessuno dei suoi vini alla fermentazione malolattica per conservare la freschezza e gli aromi floreali e fruttati dell’uva.

Saperne di più...